giovedì, Febbraio 29, 2024

Rebel 50 G

L’evoluzione della specie

Ribellarsi alle regole per creare qualcosa che sia unico e innovativo. Nasce da questa volontà il Rebel 50 G, l’ultimo progetto firmato Christian Grande per il cantiere italiano Sacs Tecnorib. 

Christian Grande ha creato una particolare vetrata a scafo, disegnata per regalare un’unica e inaspettata luce all’interno e rendere il Rebel 50 G diverso sin dal primo sguardo.

«È un modello che, come dice il suo nome, si ribella agli schemi classici che vogliono i gommoni e le imbarcazioni open come entità dalle anime distinte».  

Christian Grande (Designer)

L’ultimo 50 piedi disegnato da Christian Grande rompe gli schemi, ponendosi tra il mercato dei rib classici e quello delle barche open. Caratterizzato da profili in foam rastremati, il design è enfatizzato dalla vetratura laterale a scafo, che conferisce un tocco distintivo e contemporaneo. 

La vetrata, che crea uno spazio chiuso e protetto, è ciò che distingue questo modello da tutti gli altri nella stessa gamma: la G, con la sua forma chiusa, raccolta e potente ma dalle curve morbide, si riferisce alla possibilità di creare uno spazio chiuso in totale continuità con l’ambiente esterno. Oltre alle due vetrate laterali, è possibile aggiungere anche una vetrata posteriore scorrevole per separare completamente l’interno dall’esterno, e conciliare la fruibilità di un ambiente aperto con i principali vantaggi di una imbarcazione da crociera, offrendo comfort durante la navigazione e protezione in caso di maltempo

La configurazione walkaround (che assicura anche grande sicurezza al camminamento a bordo) e gli ampi prendisole di poppa e prua, esaltano poi la grande convivialità di questo progetto. 

La prua offre infatti un ampio prendisole e si caratterizza come la zona dall’anima più romantica del modello, grazie a un angolo con chaise longue, ideale per la contemplazione del panorama. «Questa zona vuole essere un invito a percepire la navigazione come un volo rilassato sull’acqua», commenta ancora Christian Grande.

Relax e convivialità, sempre in spazi il cui design mira a esaltare il concetto di comodità, è ciò che ritroviamo anche sottocoperta, dove le altezze superano i due metri. Christian Grande ha concepito due possibili disposizioni, entrambe con ampi spazi di stoccaggio, volumi generosi e grande riservatezza. La prima configurazione comprende due cabine: una cabina armatoriale a prua con letto matrimoniale e una cabina vip a centro barca, con letti separati molto ampi (ciascuno largo 90 centimetri) e scorrevoli elettricamente, che possono essere uniti all’occorrenza. Il secondo layout, denominato Living, propone invece un’unica grande cabina a centro barca, e la prua arredata come un confortevole e accogliente salone, con divani lunghi, un tavolo, un mobile bar. 

«Il Rebel 50 G è consapevole del proprio essere e della sua espressività, con una corporatura quasi zoomorfa, i cui tratti creano superfici che appaiono muscolari, donando subito una sensazione di potenza», conclude il designer italiano. «Geometrie scolpite che devono essere espressione di potenza e resistenza. Se avessi optato per un design più minimale, non avrei potuto comunicare tutto questo. Ma allo stesso tempo è un modello aggraziato, che non ha bisogno di colorazioni aggressive per caratterizzarsi. Non a caso il primo modello ha una colorazione inedita, chiamata Stingray, che vibra tra i toni del grigio e del cipria». 

Fonte: Sand People Communication | Christian Grande Designworks 

Other Articles