giovedì, Dicembre 8, 2022

Mille e Una esperienze in Australia

Circa 15 ore di volo e 15 mila chilometri ci dividono dal paradiso terrestre che è l’Australia. Dalle isole da visitare alle spiagge su cui prendere il sole in compagnia di amichevoli canguri, ecco alcune delle migliori esperienze da fare. 

L’Australia offre una quantità enorme di possibilità. 

È per chi è alla ricerca dell’avventura; per chi desidera vedere da vicino gli animali del posto; per chi vuole approfondire la cultura e la storia del paese. C’è davvero qualcosa per tutti. 

Gli amanti dell’avventura non dovrebbero perdersi la scalata dell’Harbour Bridge. L’iconico ponte è stato inaugurato nel 1932 e con i suoi 134 metri d’altezza sopra il livello del mare dà la possibilità di godere di un paesaggio mozzafiato sopra la città di Sydney. Per chi invece non ama particolarmente le altezze è comunque possibile percorrerlo da nord a sud e viceversa, oppure ammirarlo dall’esterno a bordo di un traghetto. 

A circa due ore di auto da Sydney, spostandosi verso l’entroterra, troviamo le Blue Mountains, meglio conosciute come Three Sister per l’iconica formazione naturale delle rocce. Queste tre sorelle (Meehni, Wimlah e Gunnedoo) secondo una leggenda aborigena furono trasformate in pietra. Echo Point Lookout, uno dei migliori punti panoramici, è la partenza per molte passeggiate che permettono di ammirare e scoprire le Three Sister. 

Ben più distante da Sydney invece troviamo Melbourne, situato nella costa sud dell’Australia. Innumerevoli vicoli costellati di dipinti compongono la città e nascondono dozzine di piccoli bar, locali e ristoranti che offrono cibo squisito. Melbourne è la città perfetta per chi è alla ricerca di una colazione un po’ fuori dal comune, per un po’ di vetrine da guardare e per passare una serata fuori circondati dall’atmosfera di un saloon stile “bar clandestino”. Qualsiasi attività si desideri fare è certo che Melbourne saprà offrirla. 

Cambiando totalmente stile, gli amanti degli animali hanno molteplici attività da provare. Una, tra le più “estreme”, è l’inseguimento dei coccodrilli nel Northern Territory. Sotto la guida di Matt Wright e del team Top End Safari Camp potrai ammirare da vicino alcuni dei coccodrilli più grandi del Territory. Durante la stagione delle piogge, che va da Novembre ad Aprile, sono disponibili tour sia di giorno che di notte. Questi prevedono un giro in airboat durante i quali si ha appunto l’occasione di incontrare e vedere da vicino svariati coccodrilli selvatici. 

A Rottnest Island è possibile invece vedere da vicino i quokka che sono la principale attrazione dell’isola. Questi simpatici abitanti del luogo sono molto curiosi quindi sarà facilissimo avvicinarli. Indispensabile avere a portata di mano una fotocamera per immortalare il momento — è importante però sapere che non è permesso toccare gli animali e nemmeno nutrirli. 

Gli appassionati di escursioni subacquee hanno invece l’opportunità di nuotare con la ricca fauna marina dell’Australia, un’esperienza davvero irripetibile. 

L’Australia gode di un’estesa barriera corallina che offre uno spettacolo unico di colori e sfumature; intorno ad essa si trova anche una delle più grandi varietà di specie animali al mondo: vongole giganti, tartarughe marine, squali, razze, pesci tropicali, solo per citarne alcuni.

Da ultimo, per chi viaggia alla scoperta della cultura e della storia del paese, il Red Centre è il cuore spirituale dell’Australia. In questa regione vive da 22.000 anni il popolo degli Anangu. Qui si può partecipare a un tour aborigeno guidato per scoprire lo stile di vita tradizionale e, tra Aprile e metà Ottobre c’è il Tali Wiru, un’occasione speciale in cui gustare piatti a base di ingredienti locali, ascoltare le storie del Dreamtime e ammirare la bellezza dell’Uluru sotto il cielo stellato.

Vi abbiamo convinti a partire?

Other Articles