giovedì, Settembre 29, 2022

Lucrezia Mangilli

Modella, volto televisivo, studentessa. uno sguardo e una bellezza che incantano. Lucrezia Mangilli, che si definisce determinata, dolce, poliedrica e dinamica, avanza con decisione verso i suoi obiettivi!

Lucrezia, puoi svelarci subito il segreto della tua bellezza?

Il mio segreto si chiama “genetica”: con due genitori belli, alti, biondi e con gli occhi azzurri non potevo avere tratti

somatici diversi. Mi ritengo molto fortunata e orgogliosa di essere nata da due genitori così, belli esteriormente quanto interiormente. Il mio unico merito è prendermi cura del mio fisico ogni giorno con uno stile di vita sano e tanto allenamento. Allo stesso tempo, però, non voglio tralasciare un altro muscolo importante che è il cervello; infatti ho frequentato il liceo classico e ora la facoltà di Farmacia. Non a caso il mio motto è “mens sana in corpore sano”.

Ipotizzando di riuscire a tralasciare il tuo regale fascino, circola sangue blu nelle tue vene…

Ebbene sì, discendo dall’illustre famiglia dei marchesi Mangilli di San Gallo. Fin da piccola ho avuto infatti un’educazione abbastanza rigida e precisa; oggi posso solo ringraziare i miei genitori per avermi trasmesso valori di questo tipo, che sicuramente mi aiuteranno a fare la differenza. Come potrete immaginare, discendendo da una famiglia di tale origine, i miei genitori non si aspettavano di certo che avrei intrapreso una carriera televisiva. Nonostante ciò, mi hanno sempre lasciato grande libertà e autonomia decisionale, senza mai ostacolare le mie scelte e di questo sono loro grata, anche perché non era per nulla scontato.

Cosa ci dici del tuo carattere? Pare che in te convivano determinazione e dolcezza, oppure ci sono anche delle fragilità?

Se dovessi utilizzare degli aggettivi per definirmi, sicuramente sarebbero non solo “determinata” e “dolce”, ma anche “poliedrica” e “dinamica”. Infatti sono sempre alla ricerca di cambiamento, novità e nuove avventure; non amando la monotonia, mi piace essere una donna dalle mille risorse che si adatta in ogni situazione. Questo mi ha portata a scegliere un lavoro che mi permetta di viaggiare spesso, così da poter conciliare l’utile al dilettevole e, come diceva Confucio, “fai quello che ami e non lavorerai un giorno della tua vita”. Ho anche io però le mie fragilità, che spesso tendo a mascherare dietro un’apparente sicurezza. Da piccola ho sofferto di bullismo e pregiudizi; purtroppo spesso si giudica in base alle apparenze e il capello biondo e un bel viso non aiutano a far capire che oltre a quello ci sia altro; invece ritengo che la vera superficialità stia in coloro che giudicano senza conoscere.

E il Principe Azzurro? Ci credi? Ce n’è già uno nella tua vita?

A dir la verità non sono mai stata granché fortunata in amore, probabilmente perché spesso vengo attratta da uomini che poi si rivelano tutt’altro che il “principe azzurro”. Tuttavia, nonostante io sia momentaneamente disillusa dall’amore, non smetto di sperare che prima o poi il ragazzo giusto arrivi e abbatta tutte le barriere che mi sono creata. Un bel moro mediterraneo, serio e intelligente farebbe proprio al caso mio!

Facevi già la modella da qualche anno, ma la tua notorietà è cresciuta incredibilmente dopo la partecipazione a “Ciao Darwin 8”. Come è cambiata la tua vita da quel momento?

Sicuramente grazie alla partecipazione all’ultima edizione di Ciao Darwin la mia vita è cambiata di molto da un punto di vista lavorativo. Infatti, dopo essere stata paragonata a Chiara Ferragni, ho avuto l’opportunità di collaborare direttamente con lei come controfigura nello spot pubblicitario della Nespresso. In seguito sono stata scelta nel ruolo di Bombshell per il nuovo programma televisivo condotto da Giulia de Lellis Love Island.

Devo ammettere che per me è stata un’esperienza breve ma intensa, in cui ho sicuramente stravolto gli equilibri della villa, tanto da arrivare a far vacillare e crollare la coppia formata da Cesare e Giulietta. Ho sicuramente voluto dimostrare la mia personalità e determinazione, cercando di far capire che la bellezza deve essere accompagnata da carattere e testa, sdoganando il falso mito della “bionda/bella che non balla”.

Dopo queste interessanti esperienze in TV, ti piacerebbe farne altre? Quale ruolo vorresti sperimentare e quale vedi più adatto a te?

Sicuramente sarei contenta di poter ritornare in televisione in vesti diverse, iniziando magari un percorso che mi porti alla realizzazione del mio sogno.

Mi piacerebbe molto, infatti, condurre un programma culturale o che racconta la storia del territorio italiano, come per esempio Linea Verde.

Se dovessi pensare ad un mio programma, avrebbe queste caratteristiche: racconterebbe le tradizioni italiane e le sue eccellenze, il territorio legato agli aspetti enogastronomici e agroalimentari e, – perché no – studiando Farmacia, inserirei anche qualche parentesi inerente alla ricerca Farmaceutica e alla sua evoluzione.

Attualmente, oltre a fare la modella, sei testimonial per case di moda e make up, ma quella della moda per te è anche una passione, vero?

Esatto, la moda per me è sempre stata una passione. Infatti, fin da piccola, uno dei miei film preferiti era Il Diavolo veste Prada, proprio perché sognavo le grandi città e di poter partecipare ai loro eventi mondani. Non a caso ora, oltre a scattare per i brand come modella, adoro collaborare con grosse case di moda.

Quindi ti sei trasferita a Milano per inseguire il tuo sogno professionale. Ti mancano la tua famiglia e la tua città natale? Che rapporto hai con le tue origini?

Se fin da piccola non aspettavo altro che poter evadere dalla routine Udinese per cercare le grandi città, adesso, appena il lavoro me lo permette, non vedo l’ora di ritornare a casa dalla mia famiglia e dai miei affetti. Sono molto fortunata ad avere un bellissimo rapporto con entrambi i miei genitori, in più a Udine viviamo nella splendida Villa veneta di famiglia, circondata da un parco e dalle colline. Infatti, per ricaricarmi solitamente compio lunghe passeggiate accompagnata da Laika, il mio pastore maremmano.

Ci raccontavi poco fa di essere impegnata anche sul fronte universitario in ambito farmaceutico, lo fai per passione di sapere o hai concreti progetti per un futuro che non include la celebrità?

Inizialmente ho scelto la facoltà di Farmacia per pura passione, amavo la chimica, i laboratori e la biologia. Ora come ora non mi vedrei relegata nè in un laboratorio nè in una farmacia, ma ritengo che le mie competenze possano tornarmi ultili, perché no magari in un futuro programma televisivo.

Insomma, sei una ragazza che non aspetta che le cose capitino ma ti rimbocchi le maniche e avanzi con decisione verso i tuoi obiettivi. Ci sono progetti a breve termine che ci puoi svelare?

Verissimo, ho sempre creduto che gli artefici del nostro destino siamo noi stessi, ovviamente un pizzico di fortuna non guasta mai. In ambito universitario sicuramente portare a termine il corso di studi. In ambito lavorativo non vi posso ancora svelare nulla ma sicuramente prima o poi mi rivedrete in televisione, stay tuned.

Other Articles