domenica, Marzo 3, 2024

La pelle non va in vacanza

A settembre ripristina l’equilibrio della cute

Abbiamo appena vissuto il periodo che aspettiamo per tutto l’anno: le ferie. Il momento perfetto per scaricare tutta la tensione accumulata durante l’anno e mettere da parte lo stress. 

C’è però una parte di noi che le vacanze non le vive così bene: la pelle. 

I mesi estivi per la cute possono essere molto stressanti; il sole ci regala il colorito che vorremmo tenere per tutto l’inverno, ma ci porta anche a fare i conti con scottature, macchie e fotoinvecchiamento.
Settembre è quindi il momento ideale per dedicarsi alla pelle, cercando di aiutarla a ripristinare il suo naturale equilibrio con qualche attenzione speciale da applicare alla solita beauty routine. 

La pulizia del viso: occhio all’effetto rebound

Detossinare, eliminare le impurità e idratare sono il primo step per purificare la cute. Bisogna detergere il viso in maniera delicata prestando attenzione a non eccedere con prodotti troppo aggressivi. In estate si rischia sempre infatti l’effetto rebound: la pelle, dopo l’esposizione al sole, potrebbe percepire un’eccessiva secchezza; a seguito di questa sensazione la cute reagisce aumentando la produzione di sebo, che causa imperfezioni. È tipico del rientro post vacanze perché il sole in un primo momento “asciuga la pelle” donandole un aspetto più uniforme, dopo l’estate però l’eccesso di sebo accumulato può presentare il conto causando comedoni e brufoli. 

Un trattamento chiave in questo momento dell’anno, che consiglio a tutte le mie clienti è la pulizia del viso a ultrasuoni. Viene effettuato con una spatola vibrante che utilizza proprio la tecnologia degli ultrasuoni e attua una sorta di 

micro-esfoliazione eliminando le cellule morte e agendo da riattivatore della circolazione. La vibrazione, oltre a eliminare i comedoni, riesce a stimolare il processo di rigenerazione cellulare e la formazione di collagene. L’aspetto della pelle migliora anche a livello di attenuazione delle linee di espressione e dei pori dilatati. 

Come funziona il trattamento? 

Come primo step si prepara la pelle vaporizzandola in modo da agevolare la fase di purificazione. Si passa poi all’utilizzo della spatola vibrante che aiuta anche a far penetrare al meglio i principi attivi adatti a detossinare e rimuovere le cellule morte e i “punti neri”.  Il trattamento si conclude con una maschera che ripristina l’idratazione e un massaggio di viso, collo e décolleté. Che aspettate a venirlo a provare? 

Other Articles