giovedì, Febbraio 29, 2024

La forma dell’acqua

Gocce di benessere per tutti i gusti

La doccia ha simbolicamente qualcosa di speciale. Come la cascata essa rinvia al divino, alla vita che dal cielo tocca la terra e tutto rigenera. L’acqua, elemento primordiale e protettivo nel grembo materno, è vissuta da noi esseri umani come un dono prezioso, naturale, vivifico. Ecco allora che si è voluto riprodurre all’interno e all’esterno delle abitazioni quella sensazione di fresca vitalità o caldo abbraccio che si prova in natura. 

L’umanità ha inventato la doccia tanti anni or sono e, con il tempo, ha ideato diverse forme e modalità di erogazione del liquido. Dalle docce più tradizionali a quelle più stravaganti, la scelta è ampia. Nelle case e nelle strutture ricettive si installano spazi che diventano esperienze, giocando con i materiali, con la rubinetteria, ma soprattutto con gli effetti speciali

Il viaggio in questo mondo di benessere parte dalla doccia con funzione pioggia, dove gocce separate accarezzano la pelle come durante un acquazzone. Si passa all’effetto cascata, in cui l’acqua scende in un unico getto, benefico per spalle e schiena. Esiste anche l’effetto nebbia che permette di rinfrescarsi in una nuvola di vapore, dopo una sauna o nelle afose giornate estive. Queste funzioni possono però essere anche unite, ed ecco che nasce la doccia multifunzione. Generalmente azionata con un telecomando, permette di aggiungere giochi, come la cromoterapia o l’aromaterapia. Ma non è tutto, c’è anche la doccia “a secchio” che permette, tirando una corda, di rovesciarsi addosso una bacinella di acqua ghiacciata. Per gli amanti delle saune molto calde è un vero godimento. 

C’è poi la possibilità di creare un percorso emozionale con più soffioni: questo passaggio idroterapico è studiato e viene fatto in sequenza per il massimo beneficio. Si aggiungono a queste, soluzioni molto particolari come la doccia salina, pensata per i percorsi spa. Permette di utilizzare diverse fragranze che si nebulizzano grazie a un pulsante. Cercando nel web si trovano aziende italiane specializzate, come La MonnaLisa di Milano che propone alcune idee molto interessanti: Salt Emotion Fresh, trattamento emozionale al sale rosa, con proprietà remineralizzanti del puro sale rosa dell’Himalaya e dall’alto potere rinfrescante all’essenza di mentolo ed eucalipto; Salt Emotion Sulfur, trattamento emozionale al puro sale nero Kala Namak, dall’alto potere purificante grazie alla presenza di zolfo; Salt Emotion Halite, trattamento emozionale al puro sale Halite, dall’alto potere mineralizzante e rivitalizzante grazie alla presenza di magnesio. 

Altra chicca da segnalare riguarda un nuovo trend che all’estero sembra spopolare, la doccia orizzontale. Quest’ultima rivoluziona il concetto tradizionale di doccia. In posizione supina o prona, l’acqua accarezza il corpo in più punti, donando benessere dalla testa ai piedi. L’azienda DornBracht ne propone due versioni, una con neck and back massage e l’altra hot & cold.  

Infine si giunge a una delle forme dell’acqua, quella solida. Conosciamo già le cascate di ghiaccio nelle spa che permettono di rinfrescare il corpo attingendo a un bacino colmo di cubetti gelati, ma oggi c’è anche una novità stupefacente: la doccia snowfall, ovvero una doccia dove davvero nevica all’interno della cabina. Mirco Stevanato, proprietario di un’azienda dedita al mondo del wellness, la Stenal, racconta: «La doccia di neve è un effetto davvero straordinario. Il cliente può avere l’esperienza unica di una dolce nevicata, in una spa! I fiocchi di neve sono soffici sulla pelle e rinfrescano in maniera piacevole e rilassante. È un’esperienza ideale da fare dopo la sauna». Quindi si può coronare l’effetto della sauna con una nevicata privata. 

Che sia a gocce o a fiocchi, calda o fredda, a vapore o a getti, la doccia è sempre un rituale di benessere e un modo per rilassare la mente. Ci si pulisce il corpo, ma anche la testa dalle scorie sociali e dai pensieri negativi. Insomma, via al puro relax!

Other Articles