lunedì, Aprile 15, 2024

Hawaii, paradiso terrestre

Non ci credo se mi dici che almeno una volta nella vita, anche tu, non hai sognato le Hawaii!

Hai mai sentito parlare di Honolulu? Nella tua mente immagino riaffiorare già panorami composti da mari cristallini, corone di fiori, palme e Piña Colada al tramonto. Ebbene sì, parliamo proprio delle Hawaii. Un sogno vero?

Innanzitutto ci troviamo negli Stati Uniti d’America e parliamo di un arcipelago di origine vulcanica situato nell’Oceano Pacifico composto da otto principali isole e molte altre più piccoline. 

Il piano è quello di fare un tour alla scoperta delle quattro isole principali che compongono l’arcipelago: Oahu, Maui, Kauai e l’Isola di Hawaii — spesso chiamata The Big Island, “La Grande Isola”, per evitare confusione con l’omonimo stato.

Iniziamo dall’isola di Oahu dove è situata proprio Honolulu, la capitale delle Hawaii. Ad accogliere i turisti che vi arrivano c’è il grande faro Aloha Tower, costruito negli anni ’20 per indicare la strada ai navigatori che arrivavano via mare, che si può tranquillamente definire come il simbolo per eccellenza della penisola. La storia pervade tutti i luoghi e le vie della capitale, sarà il visitatore a scegliere in che modo fare un tuffo nel passato visitando, per esempio, luoghi come Pearl Harbor o le case restaurate risalenti al XIX secolo. 

Una piccola curiosità: per chi non lo sapesse proprio qui è nato il famoso poke [NdR ~ in italiano potremmo leggerlo PÒH-ke, con enfasi nella prima parte]; un piatto che da qualche anno spopola anche in Italia. Si tratta di un’insalata a base di pesce tagliato in piccoli cubetti, accompagnata da riso e frutta secca. 

Passiamo ora all’isola di Maui, un vero e proprio paradiso terrestre. É la seconda isola più grande delle Hawaii e deve il suo nome a un semidio, per l’appunto Maui; ha l’onore di essere una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo. Si dice che Maui sia l’isola che riesce a esaudire ogni desiderio, perché possiede un’anima e delle caratteristiche tipiche in grado di soddisfare qualsiasi turista. Nell’isola si possono effettuare immersioni, sport come windsurf, ma ci si può anche rilassare coccolati dall’atmosfera romantica. A causa del cambiamento climatico, proprio nell’estate del 2023, l’isola è stata colpita da estesi incendi che hanno danneggiato varie zone e provocato 53 morti. 

La terza isola è quella di Kauai. Qui il clima e i paesaggi sono vari in quanto si passa dal deserto alla foresta pluviale, da pianure coltivate a meravigliose spiagge di sabbia bianca. Quest’isola è composta da più di 80 km di spiagge dove poter svolgere ogni tipo di attività che porta a conoscere l’isola da più punti di vista. Deve il suo nome a un navigatore polinesiano che, secondo un’antica leggenda, scoprì per primo le isole hawaiane e decise di dare il nome del figlio all’isola stessa. 

L’ultima isola, ma non per questo la meno interessante, è proprio quella di Hawaii, o The Big Island. La sua superficie è più di 10.000 chilometri quadrati, in costante aumento grazie alle eruzioni di lava del vulcano Kilauea. I turisti che affollano l’isola sono ogni anno in netta crescita, e questo è dovuto principalmente alla natura variegata dell’isola e ai numerosi svaghi che offre. Proprio parlando di varietà di paesaggi, la maggior parte dei viaggiatori rimangono colpiti proprio dalla molteplicità di spiagge: qui è possibile infatti trovare spiagge di sabbia bianca, nera, rossa, arancione e anche verde (la famosa Papakolea Beach).

Certo è, che la varietà di paesaggi e di attività non vi farà annoiare alle Hawaii. Buon viaggio!

Other Articles