lunedì, Aprile 15, 2024

Digital Aging

La pelle non invecchia solo con l’età o con il sole. 

L’invecchiamento della pelle è una delle cose che ci spaventa di più e che cerchiamo di prevenire. È buona norma usare sempre la protezione, anche se non si è direttamente esposti, su viso, collo e décolleté. È uno step di skincare fondamentale che aiuta a contrastare la comparsa di macchie iperpigmentate fastidiose, e soprattutto a proteggere la cute dai danni di raggi UVA e UVB. 

Ma lo sapevate che bisognerebbe avere la stessa attenzione ogni volta che ci esponiamo alla luce dei nostri dispositivi tecnologici? 

Ebbene sì, questo fattore è diventato un’ulteriore fonte di invecchiamento della pelle. Il digital aging (invecchiamento digitale) riguarda infatti tutti i cambiamenti del derma del viso causati dall’utilizzo prolungato di smartphone, pc, tablet e molti altri dispositivi elettronici (tra cui le illuminazioni a led). La causa? La luce blu che emettono. 

Che cos’è la luce blu (HEV)? 

Iperpigmentazione, Arrossamento, Rughe: sono questi gli effetti causati dall’esposizione prolungata alla luce blu degli schermi, che è conosciuta anche come luce ad alta energia visibile o luce HEV

Questo tipo di luce penetra più in profondità rispetto alla luce dei raggi solari andando a colpire direttamente elastina e collagene, che sono due elementi fondamentali per garantire elasticità e compattezza della pelle. Danneggiandoli, il processo di invecchiamento della pelle comincerà più precocemente. 

Nonostante la luce blu sia una luce non visibile, è importante non sottovalutare i danni che può provocare alla nostra pelle e soprattutto è importante agire per limitarli. Come? Curandola con prodotti che aiutino il rinnovamento e la riparazione cellulare e soprattutto proteggendola con prodotti specifici. 

Interessata da questo fenomeno che spesso viene sottovalutato, mi sono subito mossa con i miei collaboratori per creare un prodotto ad hoc, utilizzabile con comodità tutti i giorni, in modo da non appesantire la solita beauty routine, ma in grado di svolgere un ruolo fondamentale nel contrastare i raggi dannosi. È così che è arrivata una super new entry tra i miei prodotti, un booster ad alta protezione solare che trasforma creme e sieri cosmetici in schermi solari protettivi. Contiene filtri UVA, UVB e light blue ad ampio spettro (50+), proprio per contrastare non solo i raggi solari, ma anche le emissioni di luce blu. Basta avere l’accortezza di aggiungere qualche goccia alla propria crema preferita e la protezione è servita!  

Other Articles